ROMA HOUSE - Energia
ROMA HOUSE
Sâmbătă, 2016-12-10, 04:55
Menu sito

L'impianto elettrico

Anche l'impianto elettrico deve tenere conto delle esigenze degli individui che dovranno vivere gli ambienti in questione. Prese e punti luce, il cui numero e posizione vanno stabiliti solo dopo una attenta analisi funzionale, vanno collegati all'impianto generale in maniera che i cavi vengano configurati in linea o ad L (impianto a stella), evitando anelli chiusi che generano una nociva alterazione del campo elettromagnetico; per ridurre ulteriormente questo problema è opportuno utilizzare elementi schermati.
Anche il dispersore di terra influisce sui campi elettromagnetici, per cui è bene posizionarlo in una zona non perturbata da questo punto di vista, il più lontano possibile dall'edificio e verso Sud, posizione adatta anche per il contatore, che va inoltre posto lontano dalla zona notte.
Essendo il riposo la fase in cui il corpo è più sensibile a questo tipo di perturbazioni, è bene anche non far passare cavi elettrici dietro la testiera o sotto il letto (o al limite schermarli) ed evitare la presenza di apparecchi elettrici nei locali adibiti a questa funzione, quali radiosveglie, televisioni, computer, ecc.. Nei casi in cui non si voglia o non si possa rinunciare alla loro presenza, si può installare, dopo il salvavita, un disgiuntore elettrico bipolare automatico (Bioswitch) che assicura l'assenza di tensione allo spegnimento dell'ultimo interruttore.
Esistono anche altri tipi meno comuni di impianto elettrico che possono funzionare con fonti di energia alternativa (pannelli fotovoltaici, mulini ad acqua e a vento).
L'impiego di pannelli fotovoltaici per la creazione di energia elettrica è una soluzione ideale dal punto di vista funzionale, anche se risulta ancora molto costosa. Per aumentare la convenienza di questo investimento i gestori di energia stanno applicando politiche più aperte a questo riguardo, anche a favore dei piccoli impianti privati, e sta per essere promosso un sistema di finanziamenti a livello nazionale che ha incontrato molto favore in Germania.
 La forma più evidente della presenza dell'impianto elettrico in un edificio è senza dubbio l'illuminazione artificiale, il cui consumo e quindi efficacia, non dipendono soltanto dalla scelta degli apparecchi illuminanti, ma anche da una sapiente disposizione spaziale dei diversi punti luce e dalla combinazione di luce diffusa e luce diretta.

Un primo passo per ridurre i consumi in questo senso è privilegiare l'impiego della luce naturale, attraverso un corretto orientamento dell'edificio e delle sue aperture, che devono essere calibrate anche nella loro grandezza.

La luce naturale può essere anche captata da particolari lucernari che, attraverso una serie di canali riflettenti, la convogliano anche in luoghi non direttamente comunicanti con l'esterno.

È bene inoltre razionalizzare l'impianto di illuminazione installando rivelatori di presenza, timer e trimmer. È bene poi preferire le lampade a fluorescenza rispetto a quelle ad incandescenza, più efficienti e durevoli, o al limite le alogene.

Entra
Cerca
Calendario
«  Decembrie 2016  »
LnMrMrcJoiVnSaDm
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Amici del Sito
Roma House

Promovează şi Pagina ta reclama
Copyright MyCorp © 2016